Castello inferiore (Palazzo municipale)

Castello inferiore (Palazzo municipale)

Flaviano Z.
Fu eretto con accorgimenti e strutture tipiche di un’opera militare e, analogamente al Castello posto sul monte Pausolino, fu fatto anch’esso di grossissime e ben forti muraglie, con fori e merli, porte doppie e ferratissime. Costruito quasi nel mezzo della cortina muraria meridionale, a partire dagli anni Settanta del XIV secolo, il Castello ha ripreso tutti gli elementi dell’architettura militare del tempo, ma lo ha fatto con minor cipiglio rispetto alle altre fortezze, vestendosi con tratti di pacata eleganza, come s’addiceva ad un palazzo di piazza, destinato sì ad essere un fortilizio, ma anche quale residenza per il rettore del distretto. Durante il dominio veneziano il podestà, supremo rappresentante del governo veneto, dopo un primo soggiorno nel Castello Superiore, trasferì in via definitiva la sua residenza in questa struttura di piazza, all’inizio del Cinquecento. Qui cominciò a riunirsi pure il Consiglio dei Trenta, organo rappresentativo della città. Il concentramento delle supreme funzioni governative passò nel Castello Inferiore, che divenne il punto di riferimento della vita cittadina per quattro secoli, tanto quanto durò la dominazione veneta.
Default Title