Chiesa di Sant'Antonio e casa del Capitono (Breno)

Chiesa di Sant'Antonio e casa del Capitono (Breno)

opus
L' edificazione della chiesa risale al 1334 a seguito di una disposizione testamentaria di Giacomo Marone Ronchi, che affida la struttura che si affaccia nella piazza dell'abitato di Breno a frati di Sant'Antonio di Vienne, o in loro vece alla vicinia dello stesso paese, con l'obbligo di celebrarvi una messa quotidiana. Dai documenti del 1359 risulta già essere funzionante. Nel 1514 si effettua una completa ristrutturazione dell'edificio, che dal 1529 ottiene il titolo di parrocchiale precedentemente tenuto dalla chiesa di San Maurizio. Nel 1653, a seguito della costruzione della nuova chiesa dedicata al Salvatore, Sant'Antonio perderà il titolo acquisito.Casa del Capitano si tratta di un edificio a pianta quadrangolare irregolare che si sviluppa lungo l'asse nord-ovest/sud-est. Verso est è addossato alla chiesa di Sant’Antonio mentre verso ovest un altro edificio continua la cortina edilizia. Ha quattro piani fuori terra e, nella porzione sud-est, un piano interrato.
Default Title