Carretto Siciliano

Carretto Siciliano

Alessandro Passariello
Il Carretto siciliano (in siciliano carrettu) è un mezzo di trasporto agricolo in uso in tutto il territorio siciliano fino alla seconda metà del XX secolo, quando divenne obsoleto a causa della crescente motorizzazione del lavoro nelle campagne. Il carretto, in legno e trainato da un cavallo o da un asino, si compone di due grandi ruote e di uno spazio per il trasporto di merci e persone. Essendo spesso decorato con quadri di colori sgargianti rappresentanti spesso storie epiche di origine medievale, è diventato uno dei simboli dell'iconografia folkloristica siciliana. Patria indiscussa del carretto siciliano è la cittadina di Aci Sant'Antonio (CT) che oltretutto vanta gli ultimi maestri pittori come Domenico Di Mauro e Nerina Chiarenza. Sempre in provincia di Catania, a Belpasso il maestro Alfio Pulvirenti, denominato "L'ultimo carradore", continua imperterrito l'arte tramandata dai suoi avi maestri. Lo si può trovare ancora oggi nei centri storici della Sicilia come attrattiva per turisti, per un piccolo giro panoramico o una foto, o in miniatura in tutti i negozi di souvenir dell'Isola. Alcune volte è usato anche per cerimonie particolari come un matrimonio o altre feste pubbliche o private. A Terrasini, in Provincia di Palermo, esiste un "Museo del Carretto Siciliano". #carretto #carretto_siciliano #carro #catania #cavallo #palermo #passariello #sicilia
Default Title