Tempio di Minerva Medica

Tempio di Minerva Medica

dynamitekid
Il cosiddetto tempio di Minerva Medica è un edifcio romano in via Giolitti, nel rione Esquilino di Roma. L'imponente costruzione risale presumibilmente all'inizio del IV secolo d.C. e si trova oggi isolata in una situazione urbanistica degradata, visibile dai treni che entrano o escono dalla stazione Termini. Si tratta di una vasta sala a pianta decagonale coperta da una cupola sostanzialmente emisferica ma con centro ribassato, che, con il suo diametro di 25 metri, è una delle maggiori dell'architettura romana. Su nove lati del perimetro si aprono delle nicchie semicircolari, non tutte conservate, che sporgono esternamente e che forse ospitavano statue, mentre sul decimo lato, a nord, si trova l'ingresso sovrastato da un arco a tutto sesto. In tal modo la cupola appoggia sostanzialmente su dieci pilasti posti ai vertici del decagono.Originariamente non si trattava di un tempio, come fu creduto erroneamente per lungo tempo, ma di una sala monumentale all'interno del recinto di una lussuosa residenza extraurbana che occupavano in antico la zona, tra la Chiesa di Santa Bibiana e Porta Maggiore, sull'asse viario che usciva dalla Porta Esquilina, corrispondente probabilmente al complesso degli Horti Liciniani.
Default Title