Castello Chiaramontano

Castello Chiaramontano

Salvo
Alto in superba solitudine, sopra un colle roccioso nella brughiera, è uno dei tanti bei castelli chiaramontani ma il solo di essi edificato sul mare che si infrange sulla scogliera sottostante. Costruito da Federico Chiaramonte nel XIV sec., fu di grande importanza nella storia della lotta contro i pirati. Dopo la tragica morte di Andrea Chiaramente nel 1392 e relativa confisca di tutti i suoi beni, il castello pervenne a Guglielmo Raimondo Moncada e fu chiamato "di Montechiaro" con una inversione di nome certamente dovuta all'intento di cancellare anche il ricordo dei precedenti signori. In seguito lo ebbe Giovanni de Grixo ed alla sua morte, per concessione di rè Martino (1400), Palmerio Caro alla cui famiglia rimase per oltre due secoli. Verso il 1638 passò, per linea femminile, alla famiglia Tomasi un componente della quale, Carlo Tornasi Caro, venne onorato da Filippo III di Sicilia, del titolo di duca di Palma. Questi, fattosi poi frate, cedette i suoi beni al fratello che fu anche il primo principe di Lampedusa. Ben poco di notevole rimane all'interno di questo castello nel quale si notano caratteri catalani e successive opere del 1600 e che appare, da lungi, quale fiabesca dimora. Assai interessante è la leggendaria storia della Madonnina che trovasi nella cappella, venerata quale Maria di Montechiaro #agrigento #gattopardo #palma_di_montechiaro
Default Title